"Se una cosa va fatta, falla con tutta la tua energia."
Siddhārta Gautama Buddha

Ricordi quella sensazione di profonda stanchezza che ti è arrivata dopo un periodo di avvenimenti che ti hanno travolto e portato subbuglio  nella tua vita? È successo anche a te di dedicarti ad una persona cara perchè malata oppure sei stato assorbito da un profondo cambiamento della tua vita come un trasloco, una separazione oppure un licenziamento? Eventi che magari hai pure desiderato, voluto intensamente, belli e positivi ma che hanno portato profondamente cambiamento alla tua vita. Sei riuscito ad osservarti, ad ascoltarti, ad avvertire quali erano le tue necessità, i tuoi bisogni più profondi in quel momento?

In genere quando stiamo vivendo questi periodi rischiamo di lasciarci prendere dalle nostre attività, impegni quotidiani, dalle incombenze, dal prenderci cura degli altri dimenticandoci di noi stessi. È accaduto anche a me quando purtroppo mia madre si è improvvisamente malata e dopo alcuni mesi deceduta.

In seguito a questo doloroso periodo mi sono resa conto che ero arrivata molto stressata, stanca e che avevo speso un sacco di energia a livello fisico e mentale, nonostante fossi rimasta molto attenta a mantenere le mie buone pratiche ed abitudini.

Ho scelto a quel punto di fermarmi, di prendermi del tempo. Ho deciso che non era opportuno per me continuare a caricarmi ulteriormente di altri pesi.

Riflettendo sulla mia esperienza ho tuttavia compreso che nei periodi di tempesta è fondamentale mantenere alto il proprio livello di energia. Affrontare un cambiamento, qualsiasi esso sia, richiederà un grande dispendio di energia.

Quindi perchè attendere la tempesta per imparare come tenere alta la tua energia? 

È preferibile farlo nei periodi di calma: crearti delle buone abitudini che ti sosterranno nei momenti in cui ce ne sarà più bisogno.

 


Quale tipo di energia?

Energia a tutti i livelli, fisico, mentale, emotivo. Molte cose infatti si metteranno in moto in te in ogni ambito.

Come farlo?

Mantieni attenzione al tuo corpo, ascolta di cosa ha bisogno. Presta attenzione alla qualità dei cibi con i quali ti nutri. Ci sono alimenti che tolgono energia al tuo corpo.


Pratica attività fisica. Non è necessario diventare uno sportivo, è sufficiente portare il tuo corpo a muoversi anche semplicemente passeggiando in natura. Sai cosa faccio io ad esempio? Pratico la sequenza yogica del saluto al sole. Mi piace, la sento fluida e mi aiuta a sbloccare il mio corpo. Presta attenzione a donare al tuo corpo il giusto riposo.


Prenditi cura della tua mente. Se sei portato a rimuginare, a farti prendere dalle preoccupazioni scegli una pratica per iniziare ad imparare a gestire i pensieri e le parole che nutrono la tua mente. Pensieri depotenzianti assorbono la nostra energia e non è opportuno continuare a dare loro spazio.


Presta attenzione alle compagnie che frequenti. Compagnie non solo di persone ma anche e soprattutto alle compagnie che ascolti, leggi, senti (dai media ad esempio).

Nei momenti di tempesta e cambiamento è ancora più importante. Inizia a scegliere bene chi incontrare. Spegni la televisione e la radio per un pò. Diventerai più sensibile e sarà sempre più facile per te distinguere tra ciò che è buono per te e la tua energia e ciò che non lo è.


"L'energia ci rende liberi ed è la verità assoluta"
Carlos Castaneda

Prenditi cura del tuo spirito, della tua anima, delle tue emozioni.

Come? Connettiti alla natura il più possibile. Recita dei mantra, avvicinati a pratiche di tipo meditativo, prega.

Nei miei percorsi di coaching individuale posso aiutarti in questo percorso di avvicinamento alla tua energia suggerendoti delle pratiche ed individuando quali abitudini presenti nella tua vita sono buone per te e quali meno. Ti sosterrò nell'introduzione di nuove potenzianti abitudini. Consulta cosa posso fare per te cliccando qui.

"Quando non c'è energia, non c'è colore,
non c'è forma, non c'è vita."
Caravaggio


Per concludere ti suggerisco qualche semplice esercizio per aiutarti rapidamente a ricaricarti.

Prima cosa che puoi fare? Ridi! Trova tutte le occasioni per ridere, riattiverà la tua energia fisica e mentale.

Medita a piedi nudi. Trova uno spazio all'aperto, nel tuo giardino dove sai di poter camminare scalzo senza farti male. Cammina a piedi nudi, ascolta le sensazioni attraverso la pelle dei tuoi piedi, porta l'attenzione al tuo respiro. Ti sentirai velocemente rigenerato.

Inizia a fare delle docce fredde sempre rinvigorenti e riattivanti.

Se ti trovi vicino ad un corso d'acqua, un torrente, al mare siediti vicino, chiudi gli occhi e porta le tue mani aperte con i palmi rivolti verso la superficie dell'acqua. Porta l'attenzione al tuo respiro ed immagina di assorbire, attraverso i palmi della mani, l'energia dell'acqua. Questo è un esercizio che faccio spesso e dopo averlo fatto sento attivarsi in me nuove energie!


Leave a Reply

Your email address will not be published.